no…

no, non torno indietro, non riapro il blog, almeno non questo. Ma stanotte devo fare un’eccezione al silenzio di questi ultimi mesi: quando leggiamo sul giornale che un ragazzo di 20 anni si è suicidato senza un’apparente motivazione, non ci facciamo più caso, siamo talmente abituati al male che ci copre come polvere radioattiva che la rassegnazione ci rende tutti … Continua a leggere