la schizofrenia del sesso

girovagando tra i profili di chi si propone nella rete a vario titolo (incontri, chat, blog, messanger eccetera), si nota che prende sempre più piede  un atteggiamento schizofrenico della sessualità: da un lato sembra che il sesso sia una sorta di Totem per la maggior parte degli uomini, ed una sorta di Tabù per la maggior parte delle donne; sembra che i maschietti non cerchino altro che esperienze di sesso, mentre le femminucce cercano tutt’altro ed apertamente dichiarano di non volere saperne di sesso rubato attraverso lo scermo di un pc…il fatto è che ormai noi siamo completamente dissociati tra anima e corpo, tra virtualità e realtà, umiliamo il corpo usando il sesso a mo’ di macete, e l’anima svuotandola di contenuti come se fosse un puro simbolo senza fisicità…ma dove stiamo andando? cosa vogliamo da questi siti d’incontri? vogliano vincere la noia della quotidianità, vogliamo esorcizzare una sessualità sempre più deludente e meno appagante? vogliamo conciliare il diavolo con l’acqua santa e dissociare la nostra fisicità e la nostra sessualita dalla nostra dimensione interiore? l’essere umano, un tempo unico ed integro assioma di corpo e di anima, di sesso e di sentimento, implode in mille frammenti che schizzano da ogni parte senza più controllo da parte nostra…no amiche ed amici, così non va, continuando di questo passo ci trasformeremo rapidamente in zombies, in cloni di noi stessi, e sarà una strada senza ritorno…

N.B. 

questo è il mio primo post dopo diversi mesi di astinenza decisa a freddo; è una pausa nel mio silenzio, non significa che riprendo a scrivere…


la schizofrenia del sessoultima modifica: 2007-10-04T00:18:31+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “la schizofrenia del sesso

  1. L’anima non avrebbe arcobaleno se
    gli occhi non avessero lacrime. (JOHN GHENCY)
    Un pensiero volante per augurarti un sereno fine settimana.
    Ciao da Giuseppe.

  2. Caro Marco, a costo di sembrare una “bigottona” ti dico che condivido appieno il tuo post o) Il sesso può essere inteso in mille maniere. Può essere una valvola di sfogo, può assumere diversi connotati psicologici a seconda delle fantaasie che uno ha, o può essere piacere puro per rinfrancare il proprio corpo. Ma moritficare se stessi con incontri suqallidi e senza nessun risvolto passionale nè sentimentale non vale secondo me il piacere che si può provare in quei brevi momenti. Hai fatto una analisi molto realistica e dettagliata sugli attacchi di panico, sei quasi più esperto di quelli che si definiscono esperti o) Io ritengo, ahimè, di appartenere alla seconda categoria di attacchi perchè le dinamiche dei miei affetti sono state da sempre molto complicate e sono state devastate da veri e proprio cicloni. Rimettere tutto a posto ora è difficile e costa fatica. Grazie per il tuo commento, mi è servito per fare chiarezza, e continua a scrivere Marco, perchè non è il numero dei commenti a decretare la qualità del post e tu lo sai bene o) UN abbraccio…Daniela

I commenti sono chiusi.