il Fato

…dietro il destino c'è quasi sempre un fattore umano. Nel caso della tragica fine di Federica, la delittuosa trascuratezza di una equipe chirurgica che non si è accorta di un respiratore collegato alla presa senza corrente; ma anche in un paese dove impera la mala sanità quanti casi simili si sono verificati in passato? non ne ricordo neppure uno; perciò accanto alla responsabilità umana c'è il fato: un'ananche che non lascia scampo. Ricordo un caso capitato tanti anni fa, allora avevo 9 anni, ma rammento molto bene il fatto di cronaca, di cui parlarono tutti i giornali: vittima una ragazza di 25 anni, amica della mia famiglia insieme ai genitori, figlia unica. La vigilia di Natale a Torino, al ritorno da una lezione di piano, strumento che suonava con grande talento, Maria Luisa era seduta su una panchina di corso Francia ad aspettare il tram. L'asfalto era sdrucciolevole causa una precedente nevicata trasformata in ghiaccio; accanto a lei, sulla stessa panchina, erano sedute altre tre persone. Ad un certo punto un'auto che viaggiava a velocità troppo sostenuta per le condizioni della strada perse il controllo e sbandò andando a tamponare un camion che la precedeva. In seguito all'urto anche il camion sbandò andando ad urtare il palo con in cima il cartello indicatore della fermata del tram; in seguito all'urto il palo si piegò su se stesso accarttocciandosi verso il basso come una mannaia: delle quattro persone che in quel momento stavano attendendo il tram su quella panchina, il palo diventato mannaia colpì in pieno la testa della mia amica, uccidendola sul colpo. Provate a fare un sommario calcolo delle probabilità di questo sinistro, e poi ditemi che il fato non esiste.
il Fatoultima modifica: 2007-01-27T22:06:45+01:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “il Fato

  1. io purtroppo ricordo un fatto ancora più triste,che mi ha colpito personalmente tanti anni fà…Mio cognato 30 anni,saputo che la sorella (16 anni)del suo amico del cuore era ricoverata in ospedale x un’appendicite ,andava a trovarla tutti i giorni,in molto credevano che fosse il fratello difatti.La ragazza,per cause imprecisate si aggravò e mori….Un dolore immenso per il padre,e il fratello,consid erando che soltanto 2 anni prima,era morta la mamma dei due e moglie.Questo accadeva a maggio.Due mesi dopo,a fine luglio,in un incidente d’auto sono morti il fratello di questa ragazza e mio cognato.Al peggio non c’è mai fine….In due anni quell’uomo si trovò senza moglie,figlia e figlio.Io senza un cognato che mi era compagno di risate e tanto altro ancora….

  2. Io ricordo l’incidente avvenuto a Bergamo : tre ragazze uscite da scuola camminano sul marciapiede, una gru a cui è attaccato un carico, è girata verso la strada e nel momento in cui passano le tre ragazze si rompe il gancio. Il carico precipita sulla testa di quella al centro, lasciando illese le due laterali. Non so che dire. Un abbraccio, Anna

Lascia un commento