per tre minuti

…la campana dell’intervallo suona alle 11.00, ma il suono è bassissimo, quasi impercettibile in mezzo al trambusto ed alle voci dei ragazzi …alle 11.05 di Venerdì della settima scorsa entro nella mia classe IIR, in quel momento due ragazzi stanno trascinando in bagno un compagno tremante e piangente…”cosa è successo?” mi rispondono che il ragazzo si è fatto male: ha un taglio di alcuni centimetri sotto il costato; chiamiamo un’ambulanza, lo portano al pronto soccorso, gli mettono sette punti di sutura…è da un anno che i compagni di classe tiranneggiano lo studente approfittando della sua fragilità e mitezza, a me nessuno ha mai detto nulla prima di questo episodio, ed io l’anno scorso non avevo quella classe…questa volta i compagni se lo sono palleggiato l’uno con l’altro e l’ultimo lo ha spinto con forza contro il lamierino tagliente della lavagna. La madre arriva, è comprensiva, parla a lungo con la preside ma non sporge denuncia, io faccio dettagliato rapporto alla dirigente che mi dice: “per tre minuti, è vero, ma lei non era in classe nel momento dell’incidente, speriamo bene…” è preoccupata, lo sono anch’io ovviamente…ieri il ragazzo aveva la febbre molto alta, oggi sembra migliorato, ma il pericolo non è passato. Così è la nostra vita di docenti: per tre minuti possiamo finire sotto inchiesta penale, senza avere commesso nulla di male, neanche sotto il profilo della sorveglianza: la nostra si chiama responsabilità oggettiva.

per tre minutiultima modifica: 2006-10-13T19:42:55+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “per tre minuti

  1. Mi dispiace per quanto è successo, i ragazzi sono davvero imprevedibili.. .. anche se la vita mi ha portato ad essere pessimista, di mio sono sempre stata ottimista, e lo sono pure adesso, ti auguro di cuore che vada tutto bene… un in bocca al lupo anche al ragazzo infortunato… fammi sapere (se vuoi) buon fine settimana un abbraccio Lidia..

  2. Carissimo,ma credimi,in queste ultime settimane non avevo tempo per nessuno..riusci vo a malapena a rispondere a chi mi commentava.E’ un mese che ho i muratori per casa,finalmente ieri hanno terminato la mia casetta,(lavoro ben fatto,sono soddisfattissim a)..ma credimi,non c ela facevo più…Oggi poi,altra giornata massacrante,per rimettere i mobili e sopramobili a posto..un dito di polvere……pa vimenti che pare c’era caduta un quintale di farina….Ma ora,adesso..abb iamo finito tutto..da domani..lunedi. ..non ho più nessuno per casa….e dedico più tempo a tutti,me compresa ;-)) Un abbraccio Ros

Lascia un commento