caro ministro…

caro ministro Castelli, spero per te che Adriano Sofri, attualmente in rianimazione per un delicato intervento chirurgico all'esofago (guarda caso uno degli organi più sensibili agli stress psicofisici) non muoia, perché in tal caso avresti tu sulla coscienza il fatto di averlo fatto marcire in galera negandogli la grazia, nonostante il parere contrario della maggioranza del Parlamento e del Capo dello Stato. Ammesso e non concesso che tu una coscienza ce l'abbia…
caro ministro…ultima modifica: 2005-11-26T20:15:27+01:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “caro ministro…

  1. Ciao Marco, i blog sono di più che gestisco, su splinder ce ne sono altri quattro che collaboro, poi c’è quello su tiscali e un’altro che ti metto il link che incolli nella barra degli indirizzi: http://www.tech nologeek.net/blo g/index.php?blog =49
    Per l’incontro fai dove viene comodo a gli altri bloggers, ma se devo dire la mia si può fare sul lago di Garda che conosco bene. Buon fine settimana da Giuseppe.

  2. La mia obbligata frequentazione di leghisti (vivo nella bergamasca) mi permette di esprimere l’opinione che la coscienza è per loro vettoriale, cioè dagli altri verso di loro, questo perchè devono utilizzare quel poco di capacità intellettiva che hanno, per continuare a ricordare come si legge, o, in alternativa, come si scrive. Tutti quelli che conosco sono appartenenti alla fascia culturale medio-bassa, anche se forniti di laurea, magari in ingegneria, civile, naturalmente, quella dei “magutti bergamaschi”(m uratori col cappello di giornale e la pala in mano).
    L’arroganza è la loro bandiera, e la parola ascolto non esiste nel loro vocabolario.
    Ciao, Anna

  3. Ciao, ho letto i post che mi mancavano e sono felice che tu abbia incontrato questi medici preparati e attenti… quanto all’incontro tra zombies e replicanti credo che renderesti felici i miei studenti, che condannati ad un indirizzo (meccanico-term ico) a prevalenza maschile sbavano come assetati per ogni ragazza che intravedono nel corridoio proveniente dagli altri piani (grafica e odonto)… vedremo, la sorveglianza dovrà essere strettissima! E sai cosa ti dico: viva la “patat lessa”! Ogni tanto ci vogliono anche queste idee. L’Umbria mi sembra perfetta per il blog-meeting… buona serata, e buona settimana, M.L.

Lascia un commento