elettrosmog

qualche tempo fa ho accennato in un post ad un  mio disturbo fisico molto fastidioso, di cui soffro da un paio di mesi, contro il quale molti medici sostengono non ci sia molto da fare (conosco persone che ne soffrono da anni e si sono rassegnati a tenerselo): si tratta di sibili interni all'orecchio prodotti a livello del sistema nervoso centrale e non causati da rumori esterni. Sto facendo una serie di approfonditi accertamenti per scoprire la causa di questi fastidiosissimi acufeni, finora gli esami fatti non hanno evidenziato nessuna patologia. Ma, se vi annoio ancora con i miei guai fisici, non è per semplice sfogo: analizzando la frequenza e l'intensità degli acufeni ho notato che essi si accentuano molto in prossimità di fonti elettromagnetiche, come computers ed apparecchi elettronici, e negli ambienti chiusi con molte onde elettromagnetiche come i supermercati. Ho fatto un'ipotesi inquietante, che dovrò verificare con un sofisticatissimo esame neurologico tra qualche giorno: una sorta d'intolleranza, di allergia alle onde elettromagnetiche. Da anni lavoro molto al computer, e da anni si parla di inquinamento da elettrosmog; se la mia ipotesi fosse verificata ciascuno di noi, quotidianamente a contatto con il pc (soprattutto se fisso) potrebbe subire conseguenze negative per il proprio sistema nervoso, specie se, come nel mio caso, predisposto a tali intolleranze. Gli studi a livello mondiale sono in corso, ma io mi sento in dovere di avvertirvi. In ogni caso credo che d'ora in poi dovrò diradare la mia permanenza davanti al pc, non fosse altro che per verificare l'attendibilità o meno della mia ipotesi.
elettrosmogultima modifica: 2005-10-01T17:31:20+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “elettrosmog

  1. Grazie mille ma Rosanna, un’altra blogger mi ha consigliato di fare così:

    “allora io faccio cosi : clikko con il tasto destro su modifica,si apre una finestra con varie scritte, clikka quindi “apri da un’altra finestra” ecco da li modifichi”.

    Ho provato e funziona.
    Grazie cmq e buon weekend! Baci Chicca :-*

  2. Ricambio la tua gentilissima visita.

    (l’altro giorno dialogando con un mio conoscede si parlava del mio problema e del suo, mi dieva: c he anch’egli avvertiva un sibilio fastidioso nelle orechie che gli impediva perfino di dormire
    (mi diceva che adesso lo ha quasi risolto.. spero di rivederlo in settimana. ti farò sapere in quale entro si è recato )

  3. La tua teoria è plausibile, visto che siamo fatti di particelle cariche in movimento (protoni ed elettroni) che risentono dei campi elettromagnetic i, ma non mi convince il fatto che riguardi solo il tuo orecchio. Penso sia più facile che tu abbia qualche disturbo legato a a fattori pressori o altro, che i medici, notoriamente e logicamente poco competenti (siamo dei meccanismi biochimici talmente complessi che la nostra ignoranza anche nelle tecniche d’indagine è normale), non riescono a spiegare. Comunque, riconoscendo la mia ignoranza, sono aperta a tutte le teorie, ma della medicina mi fido proprio poco. Ciao, Anna
    P.S. mio marito ha lavorato 30 anni come chimico nei laboratori degli ospedali… questo ti può spiegare..

  4. Leggo con rammarico che non hai ancora risolto il tuo problema, degli esami a cui devi ancora sottoporti, e non ti nascondo che m’inquieta la teoria dell’inquiname nto da elettrosmog come causa scatenante il tuo “fastidio”. Immagino che dev’essere non poco tollerabile, ma sono certa che passerà con un’esatta diagnosi e con un’adeguata terapia. Tutto sta nell’incappare nel professionista giusto. Cosa non sempre facile!!!
    Un sincero in bocca al lupo. Ilia

Lascia un commento