Rossi&Rossi

c'è un' esilarante novella di Achille Campanile in cui due fratelli arrivano a sfidarsi a duello perché ciascuno vuole mettere il suo COGNOME prima di quello del congiunto nella società che gestiscono in comune: una faida famigliare per scegliere tra Rossi&Rossi e  Rossi&Rossi…pura fantasia, direte voi…macché! a volte la realtà supera la fantasia, sentite questa: ieri sera verso le ventuno mi reco all'unico bar ancora aperto nella mia cittadina brianzola per giocare le schedine del totogol (ogni settimana gioco con i colleghi un sistema faticosamente elaborato da me); il gestore guarda le schedine e mi dice: "non posso giocare queste schedine, deve usare le mie…" e mi da un blocchetto delle sue. Io rimango lì come un pirla, torno a casa e guardo con grande attenzione se c'è qualche differenza tra le mie schedine e quelle datemi dal barista: niente, ampiezza delle righe, caratteri, margini, tutto perfettamente identico; l'unica differenza sta nell'intestazione: Lottoma tica le mie schedine, Sisal quelle del barista…neppure Campanile sarebbe potuto arrivare con la sua illimitata fantasia di narratore ai sublimi vertici d'imbecillità raggiunti da questo nostro sistema di mercato basato spesso e volentieri su una concorrenza basata sul nulla…morale della favola: evviva il nuovo capitalismo!
Rossi&Rossiultima modifica: 2005-09-25T10:00:01+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Rossi&Rossi

  1. che dirti prof! il mio amore è un pò nuovo, un pò “vecchio”…s ono io arinnovarlo…u n giorno alle stelle, un giorno alle stalle…ma l’amore, come sentimento in sé, dovrebbe essere nuovo ogni minuto, ogni secondo, perchè l’amore ha sempre qualcosa di meraviglioso da regalare…. dolce notte marco….

Lascia un commento