Cara Telecom…

non mi capita mai di chiedere informazioni al 12 o al 412 di Telecom Italia, pertanto mi era  sfuggito un avviso, inviatomi in allegato alla fattura relativa al quarto trimestre 2004, che recita testualmente: "dal 1° ottobre 2004, per la consultazione del servizio 12 il prezzo è di 2,08 euro iva inclusa (bontà sua) se l'informazione è ottenuta tramite operatore  e di 0,61 euro iva inclusa se l'informazione è ottenuta tramite risponditore automatico". A queste cifre si devono aggiungere altri 0,28 euro più iva se il malcapitato utente utilizza il servizio Zero e via -che ti permette di chiamare direttamente il numero richiesto premendo il tasto (non il tasso!) zero…-dunque, oltre 4.000 delle vecchie lire per  conoscere un numero di telefono…a meno che uno non si avvalga del risponditore automatico che, essendo predisposto per il riconoscimento della voce umana, dovrebbe sapere interpretare anche le inflessioni dialettali e magari i difetti di pronuncia del garrulo utente Telecom; purtroppo però la voce metallica del computer quasi mai è in grado di decifrare correttamente le nostre richieste: se, per esempio io, col mio accento lombardo, chiedessi al risponditore automatico di darmi il numero telefonico dell'hotel Alpenhohengarten sito in località Rocandizza – provincia di Bolzano -, voi sentireste sicuramente il nostro interlocutore virtuale dire con voce compassionevole "…scusi non ho capito…" con successivo invito a ripetere…Dopo tre o quattro inutili tentativi, con altrettante alterazioni di voce degne del grande Noschese nel vano tentativo di farci capire dal computer, non ci resterebbe altro da fare che ricorrere all'operatore (il quale, a volte, capisce le nostre strampalate richieste con maggiore difficoltà della macchina), nella speranza che costui/costei sia stato/a almeno una volta nella sua vita in Alto Adige…ma, amici miei, ciò che più mi sconcerta è constatare come ogni giorno milioni di telespettatori regalino milioni di euro a questi mangiasoldi (per usare un eufemismo) dell'azienda telefonica più importante d'Italia, tramite il famigerato televoto, ormai di routine in tutte le trasmissioni d'intrattenimento televisivo.
Cara Telecom…ultima modifica: 2005-03-21T18:43:52+01:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Cara Telecom…

  1. La truffa con i “risponditori automatici” oramai a tutti i livelli, è legalizzata. Circa il televoto, prenditela soprattutto con i fessacchiotti che la utilizzano (chissà,dopo essere stati rapinati,si sentono magari anche più importanti!!… ).
    Ciao.

  2. A me non capita mai di leggere le voci della bolletta, anzi fino a poco fa non la vedevo affatto, la bolletta. Ciò che scrivi in merito mi suggerisce che dovrei imparare a farlo! Quanto al televoto…che dire? Ce n’è di ignoranza nel nostro bel paese!
    Un saluto. Ilia

  3. Ce ne sarebbero di discorsi da fare su Telecom, oltre a questo. Se pensiamo che il Sig. “Tronchetto della felicità” – sua ovviamente -, riesce, e non si capisce come, a tenere in piedi una società che ha 33 miliardi di euro di debiti (euro più euro meno). E riesce pure a farla diventare un business. L’ha letteralmente vuotata e Telecom non è più proprietaria nemmeno delle scrivanie nei suoi uffici; e tutto questo senza che nessuno alzasse un dito. In caso di fallimento agli eventuali creditori non rimarrebbe nulla, solo le lacrime per piangere. Ci stanno preparando ad una dipartita al cui confronto il crack Parmalat assomiglierà ad un pokerino fra amici. Le 4000 lirette per un numero al servizio 12 sono solo uno dei tanti bidoni cucinati dalla “truppa della felicità” di Telecom e compagnia e serviti freddi e senza preavviso a tutti gli utenti. Se un analista finanziario dovesse ripercorrere le tappe di Telecom dal passaggio al “felicito” in poi ci sarebbe da divertirsi; purtroppo no lo fanno, anzi: sembra che sia obbligatorio tenere in piedi Telecom così com’è e far guadagnare il “felicito” e la sua truppa di accoliti. Vabbeh; mi fermo che ‘sto argomento mi fa sempre incazzare; come diceva una nota pubblicità: basta la parola 🙂 Buona serata. Trespolo.

  4. Ciao……….. ..come avrai notato nemmeno da me passa più………… forse e presa dal lavoro…o magari e fuori citta e nn ha il pc………nn disperare, confido che presto ritornerà…… ..ciao e buona serata……… ..KK

  5. Bhe, se ti interessa e hai una mail a cui mandarlo posso spedirti il precedente racconto; per questo dovrai pazientare ancora un po’ 🙂 Buona serata. Trespolo. PS: sul “tronchetto felicito” avrei parecchie storielline divertenti da raccontare, ma si corre il rischio di una querela, – da vincere avendo tempo e soldi – e almeno per ora mi basta la causa con la rai che mi vuol far pagare il canone anche se non ho una tv. Della serie: me li vado a cercare i guai 🙂 PPS: modero i commenti anonimi e se me la lasci in questa forma posso provvedere per la mail…

Lascia un commento