SCIACALLAGGIO

 

Una delle tante mostruosità di questo mondo mediatico è l'abitudine di nutrirsi del dolore umano. Prendete l'esempio della vicenda di Denise: quotidiani, rotocalchi, televisioni hanno approfittato della necessità dei genitori della bambina di servirsi del mezzo televisivo per diffondere i loro disperati appelli, per speculare sulla loro vita privata inventando notizie false e tendenziose su presunti coinvolgimenti in sette sataniche o in quanto di peggio può scaturire dalla mente contorta di giornalisti senza scrupoli. Vorrei invitare tutti costoro ad avere un minimo di rispetto per il tremendo dolore di due genitori che si sono visti rapire la loro bimba di quattro anni in pieno giorno senza saperne neppure il motivo e vedendo sempre più affievolirsi, ad ogni giorno che passa, la concreta speranza di riabbracciare la piccola Denise. Sinceramente io credo che Denise sia viva, ma sono molto pessimista rispetto ad un lieto fine in tempi brevi di questa terribile vicenda. Spero con tutto il cuore di sbagliarmi, ma nel frattempo invito gli sciacalli mediatici al semplice pudore del silenzio.
SCIACALLAGGIOultima modifica: 2004-10-26T23:35:51+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “SCIACALLAGGIO

  1. hai ragione…di pezzi giornalistici senza scrupoli( video o scritti che siano) se ne vedono/sentono a valanghe e questo a scapito di gente costretta a convivere con un dolore enorme nel cuore giorno dopo giorno…e questo non può che essere altro che condannabile. eppure però con gli anni, ora che guardo la tv e leggo i giornali con occhi diversi (…si tenta di esser critica e non una spugna che assorbe tutto) ho imparato che dietro ad ogni notizia (anche la peggiore…quel la con lo scopo non di informare ma di fare scoop) c’è un fondo di verità..ingigan tita, molte volte deformata, ma una verità di fondo c’è sempre…. è un po come quando si ha a che fare con i ragazzi….ogni loro “bugia” nasconde sempre un fondo di verità..ecco perchè bisogna ascoltarli e non condannarli per aver mentito ( passami se puoi l’accostamento che è un po forte)..e anch’io sono dello stesso parere di malin.conia…i n quella famiglia qualcosa non va..non credo siano all’oscuro del tutto riguardo ai motivi per cui quella povera bimba è stata rapita…la madre per prima… buona serata…anzi.. .buona festa!!! 😉

  2. quello che dici è vero ..ma come ti dicevo prima era un esempio tirato un po per i capelli…( forse un po troppo)…anche tu lavori con i ragazzi??profes sore?….un pochetto ti invidio…devo ancora terminare qualche esame per essere educatrice professionale.. .ahimè!!…per il resto hai letto bene,è vero: c’è tutto quello di cui parlavi tu…putroppo!! !….ma un’ultima domanda…..sei proprio sicuro di leggermi per la prima volta??!!? heheheheh =^..^= ( io di sicuro ti leggo da tempo…anche se in punta di piedi…heheheh e)

  3. Il “pudore del silenzio”, credo l’abbiamo perduto, in questa nostra società che urla illusioni , disinganni, fatuità! Spero con tutto il cuore che la piccola Denise torni sana e salva, ma la razionalità mi porta a “disperare”. Come nella mia piccola fiaba, il Male finisce col soppiantare spesso, troppo spesso il Bene. E non credo di essere pessimista o disfattista, solo, realista…
    Un saluto. Ilia

  4. hai ragione…purtr oppo non c’ero ;-( ….ho lasciato a te un commento, ma poi son dovuta scappare ;-( …sono appena passata dal blog di malin.conia e dai commenti sembra che vi siete divertiti parecchio eh? *_^ heheheh …. ma allora possiamo credere scongiurato per sempre il tuo allontanamento da qui??!!!…anch e perchè se te ne vai….in quali altri posti hai a disposizione tanta materia prima…caro il mio vampiro??!!! 😉

  5. La mia fiaba l’ho presa dalla mia fantasia, che, in questo periodo è alquanto sul negativo, anzi, togliamo pure l’alquanto. da ciò puoi arguire che “di bello” non sto facendo nulla, tutt’altro, ahimè.
    Ti ringrazio per essere tornato a leggermi. Non ti nascondo che mi mancavano le letture dei tuoi post, che, non vedendoti in giro, non riuscivo a trovare.
    Un caro saluto. Ilia

Lascia un commento