LA STRAGE DEGLI INNOCENTI

Ogni giorno in Iraq, In Palestina e  chissà in quante altre parti del mondo dimenticate dai media, bambini vengono trucidati, dilaniati dalle bombe, violentati, offesi, costretti a fare il soldato. I bambini capiscono tutto e ci giudicano: nel volto dei bimbi c'è il volto di Gesù, il martirio di quei bimbi è il martirio di Gesù, che ogni giorno muore sulla croce per riscattare il peggiore tra i peccati di noi adulti: la folle stupidità dell'odio e della violenza, il folle scempio che gli umani hanno fatto dei doni più grandi del creatore: la natura e la dolcezza dell'innocenza (essenza di puro amore). io credo che tutti, credenti e non, dobbiamo pregare per queste povere vittime e chiedere loro perdono, anche per chi non ha il coraggio di farlo.
LA STRAGE DEGLI INNOCENTIultima modifica: 2004-10-04T17:41:09+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “LA STRAGE DEGLI INNOCENTI

  1. E perchè Dio, che è puro amore, che è padre di tutti, Gesù con le parole “lasciate che i piccoli vengano a me” hanno permesso e permettono queste stragi di innocenti, queste brutture che disumanizzno l’uomo che, pure, è stato creato dal Padre?non accenno minimamente alle malattie, alle sofferenze degli adulti, nelle quali sono coinvolta in pieno;non sono così arrabbiata perchè la sofferenza è entrata nella mia casa, prepotente, inattesa, senza speranza alcuna di salvezza, colpendo una persona che della bontà aveva sempre fatto il suo vessillo, la sua regola di vita, ed ora sta soffrendo il suo calvario. Non è da qui che parte la mia angoscia, non è qui che si ferma. Sento un dolore acuto, profondo, un’impotenza rabbiosa per i bimbi di tutto il mondo, per le violenze e le guerre globali, planetarie.
    Ti ringrazio per ciò che mi dici, ma non sempre mi riesce di simulare una forza che, m’accorgo, sta cedendo sotto i colpi della…malasor te. Ciao

  2. non sono mai stata arrabbiata con te, queste sono idee che ti fai tu, mi sono imbarazzata quello si, non sono il tipo che si scalda per niente……… …ci tengo al mio fegato:-) e poi per cosa?……dai su non avere questi pensieri inutili, non è mica successo niente…….an zi, credo che tu abbia avuto i chiarimenti che volevi…..ma basta elucubrare , siamo tutti sereni ed è quello che conta…..un abbraccio Alessandra ………non prendertela se non rispondo subito……nel la vita non c’è solo il blog……vero? ciao discolaccio…. …..Alessandra

  3. Ti ringrazio per il lungo, sentito, esaustivo commento, che condivido in pieno, in tuto, eccetto il punto che riguarda il Creatore chiunque egli sia. Per inciso, anch’io penso che un Principio ci dev’essere stato. Quanto poi al libero arbitrio, è sempre stato un mio cavallo di battaglia, una delle poche mie certezze. D’altronde, in tal senso, Dante docet! Tuttavia, quando accadono delle cose che non dipendono affatto da quello: malattie, più o meno invalidanti, letali, ad adulti, a bambini, a vecchi che potrebbero finire i loro giorni serenamente, senza sofferenze, nascite di bimbi con handicap, che dire? Come conciliarle col libero arbitrio? Io una mia teoria, del tutto materialistica, logica e razionale, almeno per me, me la sono elaborata, per mancanza di risposte di ordine, come dire,spirituale , religioso . Se vuoi te la posso esporre, ne possiamo parlare. Ma in altra sede, in altro momento, anche se è estremamente semplice, ma , appunto per me, l’unica che soddisfi la mia esigenza di risposte concrete, non “fideistiche” . Ciao. Ilia

Lascia un commento