LASCIO IL BLOG

Lascio il blog (non lo chiudo, lo abbandono come una casa) perché è la seconda volta che una blogger cerca di umiliare la mia correttezza SENZA RAGIONE. Chi ha avuto la pazienza di leggere i miei post in questi mesi sa che posso avere scritto un sacco di fesserie, ma ho sempre rispettato tutti e le opinioni di tutti, perché l’educazione ed il rispetto per gli altri sono sempre stati la mia “conditio sine qua non”. Mi sono fatto amiche ed amici virtuali che stimo e con i quali continuerò a tenermi in contatto. Ma in due casi ho ricevuto “sberle” per semplice mancanza di rispetto e di educazione, e questo non lo accetto. Scusatemi. Vi abbraccio tutti e vi auguro ogni bene. Marco

LASCIO IL BLOGultima modifica: 2004-09-14T08:21:23+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

20 pensieri su “LASCIO IL BLOG

  1. io non ti conosco. …insomma non ho mai avuto modo di leggerti. mi dispiace. ma cosi spesso da qui non passo. ma ci tenevo a dirti ora, che se lasci il blog non lo devi fare per colpa di qualcuno. tu qui hai lasciato le tue impressioni. questo in fin dei conti è un diario in cui uno scrive quello che gli passa per il cuore e per la testa. nel tuo diario quello di carta non avresti mai scritto abbandono. qui non cambia niente, è solo una pagina che leggono tutti. ma sei tu, è la tua vita…come fai ad abbandonarla?. se vuoi lasciare il blog non faro per colpa di qualcuno.

  2. Anch’io non ti conosco, scusami ma non approvo la tua decisione.
    Lasciare il blog per il motivo che hai elencato = debolezza, tu sei un vincente e non poi permetterti di abbandonartci per un banale e squallido motivo.
    Non è proprio il caso di far sentire vincitore chi non lo mertita.
    Buona giornata

  3. tutti abbiamo avuto commenti dove si leggeva una cattiveria gratuita e una grande mancanza di rispetto…ques to pero’ non ci ferma anzi…nel mio caso mi ha rafforzata..il blog e un luogo accessibile a tutti e se a qualcuno non va bene cio’ che scriviamo allora non ci legga…molti commenti mi hanno fatta perfino maturare mettere in discussione…n on chiudere il blog pensa a chi come me ti legge e ti rispetta ed e interessato a cosa pensi…non ci vuole coraggio a chiudere casa ma…a tenerla aperta per chiunque entri anche chi non conosce cosa significa il rispetto per gli altri chi scrive solo per appagare la sua cattiveria…sp ero tanto che tu cambi idea…spero proprio di poter bussare ancora …entrare e continuare a leggere cosa hai da trasmettere…. ti auguro una felice giornata…..Gi lda

  4. e che ti frega….anche nella realta’ troviamo gente poco corretta…e allora…non per questo cambi casa o citta’….il mondo e pieno di persone che non hanno capito che vivere significa anche essere umili anzi sopratutto questo…quindi rimboccati le maniche e rimani…qui ce gente che ti legge con rispetto e con educazione e a loro lo devi non ha chi ti sbatte la porta in faccia…perche ‘ qui le porte come nella realta’ si aprono e si chiudono a secondo degli umori….io rimarrei leggi il mio post “nel cuore di capriccio” mi e stata data della prostituta elegantemente in piu’ una che non riesce a vivere le sue passioni nella vita ma solo in un blog….io avrei dovuto lasciare da tempo anche perche’ credo che nulla puo’ ferire una donna piu’ di questo…la correttezza lasciala a chi signore si nasce come te…anche perche’ non si diventa se non lo si e’ nell’animo…p er me devi restare…queto e un tuo spazio non lasciare che te lo tolgano

  5. Ti ho letto da Gilda e sono venuta a trovarti, non farlo dai, non dare peso a quelle cose, c’è tanta gente in gamba qui e sicuramente tanta gente, come dice Gilda, che viene da te per il piacere di leggerti. Rimani per loro, no? buona giornata. Isabel

  6. ..ti chiedo scusa allora. ma come avevo premesso non avevo mai letto il tuo blog…mi dispiace tu abbia incotrato porte (virtuali) sbattutte in faccia…comunq ue se hai voglia di comunicare, non chiudere per 2 persone…lo so che fa male sentire che ci sono due orecchie a disposizione e poi non ci sono più. fai tu. ma se ti va di comunicare, fallo. mi sembra di vedere che comunque qui hai lasciato qualcosa. ciao a presto.(spero!)

  7. Ciao Marco…..vorre i capire bene quello che è successo. Se ti va di spiegarmelo. Comunque vorrei che tu ti fermassi un attimo a ragionare e decidessi di tornare sui tuoi passi. A me personalmente hanno fatto molto peggio ancora. Mi hanno lasciato commenti anonimi pesantissimi non tanto su di me. La qual cosa avrebbe potuto anche essere accettabile, ma su un altro blogger. E la cosa sinceramente mi ha dato parecchio fastidio. Perchè non sopporto che si debba calpestare la dignità di nessuno. Se me lo permetti non lasciare che episodi del genere influenzino la tua voglia di comunicare e di esternare circostanze ed emozioni. Qui come nella vita reale interagiamo con tanti. Ad alcuni piacciamo e ad altri no. Niente di straordinario in questo no? Non lasciarti scoraggiare da questi modi di fare. Continua a scrivere quello che ti va e sopratutto continua ad essere te stesso. Un abbraccio. Giò

  8. Ciao Marco non puoi dire susserio.. lascia che le cattiverie graduite ti scivolino addosso.. se una persona non sa rispettare l’altra non vale neanche la pena di prendersi la briga di leggerla o tantomeno di darle la soddisfazione lasciando il blog… ti aspetto e passerò ogni giorno.. non lasciarlo incostudito il tuo blog e tuo e di nessun altro.. un abbraccio

  9. Mi dispiace davvero Marco……so cosa si prova ad essere considerati una nullità…..ma quello che conta veramente è che tu sia consapevole di avere tanto da dire e dare. E che quel senso di nullità non ti appartiene affatto. Non mi piace forzare le persone ma ti invito ancora una volta ad andare avanti con rinnovata consapevolezza dei limiti di questo strumento. Un abbraccio. Giò

  10. Marco, mi spiace un sacco, ma purtroppo anche in questo mondo virtuale capita di non essere compresi, oppure c’è gente che capisce in modo scorretto le nostre parole…a chi chiederò ora consigli per i miei cuccioli, visto che tu insegni..non lasciarci…in ogni caso ricorda che io ed Ale ti aspettiamo sempre per il caffè…non dimenticarlo dolce amico…ti aspettiamo dolce notte ciao ilmercantedisog ni

  11. Ma come??? Ti ho appena trovato e già te ne vai? Io non ho la pretesa di contare qualcosa qua dentro ma voglio dirti ugualmente ciò che penso…vedi, Marco, per la maggior parte di noi, qui nel mondo del blog, lo scrivere è una passione,un momento da dedicare alle nostre emozioni, alle nostre gioie, alle nostre sofferenze, alla nostra rabbia, un modo di confrontarsi con gli altri…siamo tanti, e non a tutti può essere gradito ciò che scriviamo, ed insieme ai commenti lusinghieri, affettuosi, gentili, arrivano anche quelli del dissenso, spesso duri, o non arrivano affatto…ma non dobbiamo perdere di vista il fatto che noi qui ci siamo per noi stessi, per una nostra esigenza interiore, non per gli altri…io apprezzo ciò che scrivi e ho piacere se riprenderai a postare per te stesso e per quanti come me hanno il desiderio di leggerti e confrontarsi con te…in attesa del tuo ritorno, ti abbraccio con affetto. Scusami se sono stata indiscreta…

  12. ..grazie. Gaber è uno di quei personaggi (se cosi si può chiamare) che mi è rimasto sconosciuto fino a pochi anni fa, prima della sua morte comunque ho avuto la grande fortuna di assistere ad un suo monologo, era uno spettacolo che era stato inserito nel programma del teatro a cui avevo fatto l’abbonamento. bè sono rimasta per due ore a bocca aperta, ad ascoltare un simpaticone che parlava con se stesso della vita. è stato meraviglioso. parlare della vita, a volte, ti prego non mi fraintendere, risulta noiso e pesate. ma lui con i suoi mille personaggi e storie inventate (o reali, questo a noi non è concesso saperlo) i suoi vicini di casa, il suo panettiere, meccanico …bè insomma grazie. mi ci ritrovo davvero tanto in quello che mi hai scritto. mi piacerebbe che molti di noi provassero questo…lament arsi, crogiolarsi ma in fin dei conti essere consapevoli di stare bene. ieri sera purtroppo mi è giunta un’altra brutta notizia, sembra che in questo periodo mi corrano dietro, ma la cosa che ora più mi dipsiace è che non so come stare vicino ad una persona che non ha bisogno di parole ma solo di abbracci. e io sono fuori spazio e tempo, perchè dall’altra parte domenica una persona mi lascia, ed è tutto cosi fuori portata di mano. il telefonino lo odio. in fondo fino a poco tempo fà, o forse anche ora, odiavo questo mezzo. a presto. ste

  13. mi spiace che tu pensassi che non mi interessasse il tuo blog.. ti ho linkato ed io linko solo i blog che mi interessano.. per quando riguarda il tema di natale.. sai com’è le stelle fanno il loro corso non sempre possono indovinare tutto tanto più che siamo in tanti e tutti diversi… ho letto il commento che hai lasciato a malinconia con il motivo della tua decisione.. sai io nn so se l’ha cancellato il tuo commento o solo reso privato … mi spiace che non si sia resa conto della tuo gentilezza ma non per questo tu devi lasciare il tuo blog.. questo è un parere mio poi sei tu che devi decidere… a presto ciao

Lascia un commento