anonimi

si discute molto di anonimato in questi blogs. C’è anonimato e anonimato: qui l’anonimato significa solo il timore di rivelare la propria identità, è una forma di insicurezza ed anche di scarsa educazione, nel senso letterale del termine. Invece la letteratura e l’arte di ogni epoca sono piene di grandi penne anonime. Qui riporto a titolo di esempio uno dei capolavori della poesia amorosa del XIII secolo, che alcuni studiosi attribuiscono a Guido Cavalcanti.

Fresca rosa novella

Fresca rosa novella,

piacente primavera,

per prata e per rivera,

gaiamente cantando,,

vostro fin presio io mando – a la verdura.,
,

Lo vostro presio fino,

in giò si rinovelli,

da grandi e da zitelli,

per ciascuno camino;,

e cantin[n]e gli auselli,

ciascuno in suo latino,

da sera e da matino,

su li verdi arbuscelli.,

Tutto lo mondo canti,,

po’ che lo tempo vène,,

si come si convene,,

vostr’altezza presiata:,

ché siete angelicata – crïatura.,
,

Angelica sembranza,

in voi, donna, riposa:,

Dio, quanto aventurosa,

fue la mia disïanza!,

Vostra cera gioiosa,,

poi che passa e avanza ,

natura e costumanza,,

ben è mirabil cosa.,

Fra lor le donne dea,

vi chiaman, come sète;,

tanto adorna parete,,

ch’eo non saccio contare;,

e chi poria pensare – oltra natura?,
,

Oltra natura umana,

vostra fina piasenza,

fece Dio, per essenza,

che voi foste sovrana:,

per che vostra parvenza,

ver’ me non sia luntana;,

or non mi sia villana,

la dolce provedenza!,

E se vi pare oltraggio,

ch’ad amarvi sia dato,,

non sia da voi blasmato:,

ché solo Amor mi sforza, ,

contra cui non val forza – né misura.

anonimiultima modifica: 2004-08-05T20:29:59+02:00da miclos
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento